Quanto costa fare equitazione?

Introduzione all’Equitazione

Il binomio tra essere umano e cavallo è antico e ha giocato un ruolo fondamentale nello sviluppo della maggior parte delle civiltà. Se un tempo lo scopo del cavallo era di tipo pratico per il trasporto o per il lavoro, oggi soprattutto in occidente il cavallo è diventato un animale d’affezione e per attività sportiva. Grazie al suo carattere docile e alla possibilità di venire addestrato, il cavallo ha assunto anche un ruolo nel supporto terapeutico di persone diversamente abili, e ormai sono sempre di più i centri specializzati nella ippoterapia.
L’equitazione ricopre dunque un ruolo importante nella cultura umana, e in molte nazioni è indice di benessere economico e sociale. In stati con alti numeri di cavalli per abitante, come la Svezia, si sono registrati indici di qualità della vita più elevati. Molti studi di pedagogia riportano di come praticare equitazione aiuti i bambini a migliorare le proprie relazioni sociali e a sviluppare un carattere emotivo dovuto al prolungato contatto con l’animale.
L’equitazione, sia che sia per fini agonistici che per altro, è dunque un ottimo sport, che non ha nulla da invidiare ad attività sportive più famose e praticate. Cosa impedisce allora alle persone di svolgere equitazione come un normale sport? Certamente la domanda più importante, che si pone una buona parte dei genitori, è : quanto costa mandare i miei figli a cavallo?

Equitazione Foto Storica
The Eltham and Bromley gymkhama. Young riders competition, riding round the ring. 1938

Quanto costa fare equitazione?

Partiamo subito dicendo, che è possibile fare equitazione senza spendere grosse cifre.  I costi infatti dipendono dai nostri obbiettivi e da quello che vogliamo fare con il nostro cavallo. Vogliamo fare monta inglese e tentare una carriera agonistica nel salto a ostacoli? Avremo un determinato costo. Vogliamo invece fare delle belle passeggiate per rilassarci? Un altro costo ancora, e così via.
Non si può dunque fare una stima precisa del costo per andare a cavallo, ma possiamo partire dalle basi per poter orientarci verso questo sport.

Iniziare ad andare a cavallo

Il primo passo per approcciarci agli sport equestri è sicuramente quello di iniziare frequentando un maneggio, che offra lezioni di equitazione. Il costo delle lezioni varia da maneggio a maneggio, ma è abbastanza contenuto (come frequentare delle lezioni di nuoto), spesso i maneggi richiedono una quota associativa che comprende tutte le spese dell’anno, come manutenzione e lavori ai box, e a volte è richiesta anche un’assicurazione.
La scuola fornisce all’aspirante cavaliere tutta l’attrezzatura per montare e i cavalli stessi, mentre al cavaliere è richiesto, ma non sempre, di avere le proprie protezioni, un casco, gli stivali e ovviamente l’abbigliamento. Anche questi costi sono relativi, perché spesso i maneggi offrono a loro volta i caschi disponibili, ed è possibile avere un equipaggiamento base da equitazione a prezzi contenuti, circa 100 euro. Imparare ad andare a cavallo non ci costerà più di frequentare corsi in palestra, o altri sport in cui è richiesto un abbigliamento specifico. Anche le scarpe da calcio possono costare centinaia di euro, ma per neofita basteranno quelle da 40 euro.
Il marchio HorseS della nostra Selleria è tra i brand più apprezzati tra chi ha iniziato da poco equitazione, grazie al costo contenuto dei prodotti e all’eccellente qualità.

Ambassador_Sara-Bertoglio Amazzone
La nostra giovanissima Ambassador Sara Bertoglio

Gare e Concorsi

Una volta imparato ad andare a cavallo, dobbiamo capire cosa vogliamo ottenere da questa attività. Se il nostro interesse è dedicarci al trekking, possiamo trovare delle scuderie e dei maneggi che organizzano splendide giornate a cavallo in passeggiata, e pagheremo per queste uscite.
Tuttavia molti giovani cavalieri e amazzoni si avvicinano al mondo delle gare e dei concorsi, specialmente quelli di monta inglese, e quindi le loro necessità per l’equitazione aumentano come i costi. Andare in gara infatti richiede di avere un certo abbigliamento, e il dressage per esempio valuta in particolar modo la cura del binomio. Dovremo quindi prendere dell’equipaggiamento da gara per noi e il nostro compagno. Inoltre per poterci preparare correttamente per una gara, dovremo frequentare lezioni aggiuntive, e quindi mensilmente spenderemo di più a seconda di quante gare abbiamo in programma. I maneggi permettono solitamente ai propri studenti di utilizzare in gara cavalli del maneggio, quindi i costi per il cavallo rimangono gli stessi dell’inizio.
Anche la monta western non è da meno in fatto di costi per gareconcorsi, se praticate questo tipo di equitazione e vi interessano consigli aggiuntivi, potete leggere questo interessante articoloIntroduzione alla Monta Western.

Mezza-fida

I costi maggiori nell’equitazione sono senza dubbio quelli di mantenimento del cavallo, che a differenza di un cane o di un gatto, ha necessità maggiori e richiede più risorse per essere curato. Se non si hanno fin da subito grosse disponibilità economiche, è forse meglio orientarsi su un cavallo in mezza-fida. Di cosa si tratta? Il contratto di mezza-fida prevede che la proprietà di un cavallo sia divisa a metà tra due persone, quindi i costi del maneggio, del cibo, del veterinario, ecc. Questa soluzione è pratica e ottima per chi sente la necessità di montare un cavallo “suo”, ma non può ancora comprarsene uno, in questo modo dividendo i costi con qualcun altro avremo la metà delle spese. Non male, vero?

Possedere un cavallo

Arriviamo dunque alla parte più costosa dell’equitazione: possedere e prendersi cura di un proprio cavallo. Il cavallo ha prima di tutto un costo iniziale, ciò è variabile a seconda della razza, dell’età e della scuderia in cui acquistiamo l’animale. Una volta scelto e comprato il cavallo entrano in gioco tutte quelle spese di cui all’inizio si occupava il maneggio e che ora aspettano a noi. Il cavallo va nutrito, curato, pulito, deve alloggiare in un luogo sicuro e confortevole, e così via. Anche questi costi dipendono spesso dalle situazioni, i maneggi per esempio permettono di affittare dei box e hanno dei veterinari e dei fabbri convenzionati che visitano il maneggio durante giornate specifiche all’anno; alcune persone tuttavia possono tenere il cavallo in un luogo di proprietà, come una fattoria o terreno di possedimento, e quindi non hanno costi di affitto del box e del paddock. Sicuramente la spesa è più elevata, rispetto a un animale domestico più piccolo, ma non per questo possedere un cavallo è impossibile.
Sempre più persone decidono di acquistare il proprio cavallo, dopo anni e anni passati a montare cavalli in mezza-fida o del maneggio, proprio per sigillare il loro binomio con la creatura. Tanti di questi cavalieri e amazzoni, che hanno iniziato equitazione da piccoli, una volta cresciuti e con la possibilità economica di un lavoro, hanno finalmente la possibilità di coronare il loro sogno d’infanzia e avere un cavallo di proprietà.

Cavallo e Cavaliere Equitazione

Conclusione & consigli

L’equitazione ha un costo iniziale che non si allontana di molto da quello di altri sport, ed è possibile mantenere questa passione senza spendere cifre elevate. Come ogni cosa dipenderà sempre da noi e dai nostri obbiettivi, quindi prima di iniziare equitazione, chiedetevi sempre: per quale motivo voglio andare a cavallo?

Il nostro blog vi aiuterà ad avvicinarvi a questo sport, proponendovi dei contenuti settimanali che vi spiegheranno i prodotti, dandovi tanti consigli sull’equitazione.

Inizia dalla sezione Guide per scoprire come migliorare in questo bellissimo sport!

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Tosoni Selleria di Tosoni Adriano & Eugenio S.n.c.
Via S.Bernardino 22-26 – 25018 Montichiari (BS)

Email: communication@tosoniselleria.it

© Copyright 2021 Tosoni Selleria | P.IVA IT01577280983